L’economia italiana? Sostenuta dalle micro imprese

1' di lettura

Secondo i dati Istat 2008 le aziende con meno di 10 dipendenti sono quasi 4,3 milioni, rappresentano il 95 per cento del totale e occupano il 46 per cento degli addetti

Nota rapida ASIA 2004"Nel 2008 le imprese attive nell’industria e nei servizi sono poco più di 4,5 milioni e occupano, complessivamente, circa 17,9 milioni di addetti. Il sistema produttivo italiano è caratterizzato dalla presenza di micro imprese: sono quasi 4,3 milioni quelle con meno di 10 dipendenti, rappresentano il 95 per cento del totale e occupano il 46 per cento degli addetti" (da Struttura e dimensione delle imprese dell'Istat).

Continuano a emergere dati interessanti sul ritratto tratteggiato dall’ultimo rapporto Istat: la realtà lavorativa del nostro Paese si dimostra sempre più sostenuta dalle micro imprese soprattutto per quanto riguarda il settore degli “Altri servizi” (terzo settore di classificazione delle aziende dopo quelli dell’”Industria in senso stretto” e del “Commercio, trasporti e alberghi” e che comprende servizi di informazione e comunicazione, attività finanziarie, assicurative e immobiliari, agenzie di viaggio, servizi di istruzione, sanità, intrattenimento e sport), vera forza della nostra economia. Per contro, è sempre lo stesso settore ad aver contraddistinto anche il segmento delle grandi imprese (con più di 250 addetti), con quasi il 37 per cento degli occupati.

Delle micro imprese, inoltre, il 65,4 per cento non ha dipendenti o utilizza collaboratori (circa 2 milioni e 954 mila del totale): è senza dipendenti oltre il 70 per cento delle imprese del Commercio all’ingrosso e al dettaglio e l’87 per cento delle imprese immobiliari. Nelle aziende con meno di dieci addetti, è da ricordare, non vale lo Statuto dei lavoratori, applicabile solo in quelle con più di 15 dipendenti, che tutela, per esempio, la non licenziabilità, se non in casi particolari.

Leggi tutto