Manovra, rincari su autostrade con raccordi e pedaggi

1' di lettura

Da luglio sulla rete viaria gestita direttamente dall'Anas possibili maggiorazioni di 1-2 euro. A pagamento anche la Salerno-Reggio Calabria

Arrivano i rincari sulle autostrade, ma solo per quelle collegate con raccordi autostradali gestiti dall'Anas. La maggiorazione sara' di 1-2 euro, a seconda delle classi di pedaggio, e scattera' da luglio, cioe', come scritto in burocratese, ''a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo a quello di entrata in vigore del presente decreto''. L'aumento, che non potra' superare del 25% l'attuale pedaggio, durera' fino a quando non saranno stabiliti i criteri per l'introduzione dei pedaggi sulle autostrade e sui raccordi autostradali in gestione diretta Anas. Servira' a investimenti e manutenzione straordinaria.

Non solo raccordi autostradali, ma anche autostrade in gestione diretta dell'Anas - come ad esempio la Salerno-Reggio Calabria - saranno sottoposti all'applicazione del pedaggio. E' quanto si evince dal testo finale della Manovra economica, secondo la quale ''entro quarantacinque giorni dall'entrata in vigore del presente decreto-legge, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sono stabiliti criteri e modalita' per l'applicazione del pedaggio sulle autostrade e sui raccordi autostradali in gestione diretta di Anas spa, in relazione ai costi di investimento e di manutenzione straordinaria oltre che quelli relativi alla gestione, nonche' l'elenco delle tratte da sottoporre a pedaggio''.

Leggi tutto