Manovra, verso il taglio del 10% agli stipendi dei manager

1' di lettura

Decurtazione dei compensi per manager e ministri. Queste le ipotesi al centro del colloquio tra il ministro Giulio Tremonti e Silvio Berlusconi. Tu quale spesa taglieresti? Discutine nel FORUM

E’ in arrivo la manovra economica del governo. Tu quali spese taglieresti?
Discutine nel forum



Un vertice in notturna a Palazzo Grazioli tra il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Al centro del colloquio le ipotesi al vaglio per definire la manovra economica.

Stipendi dei parlamentari - 
Gli stipendi di politici e ministri potrebbero subire una decurtazione fino al 15%: sarebbe questa una delle misure su cui si sta lavorando, nell'ambito dei tagli dei costi della politica, da inserire nel menù della manovra 2011-2012. Lo stesso ministro dell'economia, Giulio Tremonti, aveva definito un intervento di questo tipo solo "un aperitivo" . A confermare l'intenzione di un contenimento della spesa in questo senso sono stati anche i presidenti della Camera e del Senato.

Stipendi dei manager -
Un "contributo" del 10% per tutti gli stipendi dei dirigenti pubblici superiori ai 100mila euro annui da introdurre per un periodo temporaneo di due o tre anni. E' una delle proposte da inserire nella manovra finanziaria.

Aumento età pensionabile per il personale della Camera -
Una delle misure allo studio, in tema di tagli ai costi della politica, che potrebbero rientrare nel menù della manovra finanziaria 2011-2012, sarebbe quella di portare l'età pensionabile dei funzionari della Camera da 65 a 67 anni. Lo riferiscono fonti parlamentari precisando che è una delle direzioni in cui si starebbero muovendo i tecnici e "ha già suscitato allarme a Montecitorio". Le stesse fonti sottolineano inoltre che se tale misure dovesse essere attuata ci sarebbe poi un coordinamento tra Camera e Senato.

Le possibili mosse inserite nella manovra, il video:


Leggi tutto