Borse: anche Wall Street approva il piano salva-euro

Dopo i ribassi della scorsa settimana si chiudono in forte rialzo le principali borse mondiali
1' di lettura

New York segue il trend dei mercati europei e chiude con il guadagno più alto negli ultimi due mesi. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha chiuso in crescita dell'11,28% a 20.971 punti. Tremonti a SKY TG24: "L'Europa ora è più forte"

CRISI GRECIA, L'ALBUM FOTOGRAFICO 

Il piano di soccorso all'euro ha fatto guadagnare anche il mercato statunitense. Il Dow Jones ha chiuso con un aumento di 404,71 punti, ovvero quasi il 3,9%, e si è fermato a 10.785,14. Si tratta dei guadagno più consistente dal marzo dello scorso anno. Il Nasdaq ha conseguito un aumento finale di 109,03 punti, pari al 4,81%, e si è attestato a quota 2.374,67

In giornata si erano registrati forti rialzi anche nelle borse europee subito dopo il varo del piano Ue da 750 miliardi per l'eventuale soccorso ai paesi di Eurolandia. Seduta di forte recupero per Piazza Affari: l'indice Ftse Mib ha chiuso in crescita dell'11,28% a 20.971 punti. Parigi vede l'indice Cac40 schizzare a 3.708,89 punti con un rialzo del 9,32%. Guadagni robusti anche per Francoforte che rivede il Dax sopra la soglia dei seimila punti con un +5,3% a 6.017,91 punti. A Londra l'Ftse100 si ferma a 5.387,42 punti con un rialzo del 5,16%.

Per quanto riguarda Milano si tratta della seconda migliore performance dal 1997 quella messa a segno oggi dal Ftse Mib, che solo a ottobre 2008, in piena crisi dei mercati finanziari, era salito più del +11,28% messo a segno oggi (il 13 ottobre 2008 l'indice corrispondente era salito dell'11,49%). Anche per l'All Share si tratta della seconda migliore performance,questa volta calcolata dal 2002, di nuovo dopo la giornata-record del 13 ottobre 2008, quando l'indice aveva guadagnato l'11,25%. Record dell'anno anche per gli scambi, che hanno raggiunto oggi i 6,99 miliardi di controvalore.

A dare fiducia ai mercati un maxi-piano, con la partecipazione dell'Fmi, per blindare la zona euro dagli attacchi della speculazione ed evitare il rischio default di altri Paesi dopo quello corso con la Grecia. A vararlo, dopo dieci ore di negoziati, sono stati i ministri finanziari della Ue riuniti a Bruxelles.

Crisi dell'Euro - i commenti e gli aggiornamenti:




Guarda anche:
Ecofin, Frattini: l'Italia ha avuto ruolo da protagonista
Trichet: la Bce è autonoma e indipendente
Il piano salva-euro

Leggi tutto