Moody's: Italia a rischio. Bankitalia: sistema robusto

1' di lettura

Per l'agenzia di rating la crisi finanziaria può estendersi dalla Grecia anche a Portogallo, Spagna, Gran Bretagna e Irlanda. Fitch: "Roma non rischia". Via Nazionale: "Risparmio alto, debito famiglie basso"

CRISI IN GRECIA: L'ALBUM FOTOGRAFICO

Sono ancora le agenzie di rating a lanciare l'allarme per l'economia europea.  C'è il rischio che la crisi finanziaria greca possa contagiare anche i sistemi bancari di alcuni dei principali paesi europei. Per Moody's secondo cui i paesi più a rischio di contagio sono il Portogallo, la Spagna, l'Italia, l'Irlanda e la Gran Bretagna.

La posizione di Moody's Investors Service è contenuta in un commento speciale intitolato "Sovereign Contagion Risk", parte 1 in cui si fa riferimento all'impatto sulle banche dell'Europa meridionale, dell'Irlanda e della Gran Bretagna. L'agenzia di rating riconosce che le banche di questi paesi hanno di fronte diverse sfide di diverso livello ma avverte che "il rischio di contagio potrebbe diluire queste differenze e rappresentare una minaccia molto reale e comune a tutti". "L'Italia è uno dei Paesi dove il sistema bancario è stato sino a oggi relativamente robusto" ma dove c'é comunque un rischio di contagio se "le pressioni dei mercati sui rating sovrani aumenterà", afferma Moody's nel suo report.

La valutazione di Fitch
- Parere opposto da  un'altra agenzia di rating, Fitch, che obietta che l'Italia non ha alcun rischio di contagio: "Il rating della nostra agenzia sul debito sovrano italiano -spiega Christian Scarafia, senior director nel gruppo financial institutions di Fitch Italia - è di "AA-", con un andamento stabile per il prossimo futuro". Secondo Fitch "Le banche italiane hanno saputo reagire bene, grazie soprattutto ad un modello di business tradizionale basato principalmente sulla raccolta tra la clientela". E tuttavia, conclude Scarafia, il 2010 non sarà facile, la ripresa sarà lenta e le banche avranno altre importanti sfide da affrontare".

Bankitalia: sistema banche italiane è robusto -
Il sistema bancario italiano è robusto, il deficit di parte corrente è basso, il risparmio è alto, il debito complessivo di famiglie, imprese e Stato è basso rispetto ad altri Paesi, il debito netto nei confronti dell'estero e' basso. Tutto ciò rende il caso dell'Italia diverso da quello di altri Paesi". Fonti della Banca d'Italia commentano così il rapporto di Moody's' sulle banche europee alla luce della crisi greca.

Tremonti: Italia meglio di altri. Vaccinati da contagio - L'Italia è diversa dagli altri Paesi perché mantiene sotto controllo i conti pubblici. È quanto ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, parlando in Transatlantico con alcuni deputati della maggioranza secondo una fonte politica. "I conti pubblici sono sotto controllo, stiamo mantenendo la barra dritta. La situazione italiana è migliore di quella di altri Paesi e all'estero guardano con molto apprezzamento a quello che stiamo facendo", ha detto Tremonti secondo quanto riferito dalla fonte, che ha partecipato al colloquio.

Passera - Il sistema bancario italiano "può affrontare in condizioni migliori di altri la situazione" ha commentato invece l'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera.

Bce: Tassi fermi all'1% - La Banca centrale europea, nel frattempo, ha lasciato invariato all'1% il tasso di riferimento principale in Eurolandia, come ampiamente previsto dal mercato.

TUTTI I VIDEO DELLA CRISI IN GRECIA

Leggi tutto