La crisi della Grecia fa ancora paura: giù le Borse

1' di lettura

I mercati europei bruciano 144 miliardi di euro. Il timore è che i fondi stanziati per il Paese non siano sufficienti e che altri stati dell'Eurozona siano contagiati. Male, in particolare, Milano, Atene, Madrid e Lisbona. L'euro tocca i minimi dell'anno

CRISI IN GRECIA: L'ALBUM FOTOGRAFICO
In fondo all'articolo tutti i video

Il prezzo del petrolio crolla, le Borse sprofondano, l’euro scivola. I mercati europei bruciano 144 miliardi di euro. La paura che i fondi stanziati per la Grecia non siano sufficienti e che la crisi contagi altri stati dell’Eurozona invade i listini. Giù tutti. In particolare i cosiddetti Paesi Pigs: Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. Piazza Affari cede il 4,70 per cento; Madrid il 5,41 per cento; Lisbona il 4,21 per cento e Atene perde il 6,68 per cento. In calo anche Londra (-2,56 per cento), Francoforte (-2,6 per cento) e Parigi (-3,64 per cento). Al termine della seduta l'indice paneuropeo Dj Stoxx 600 ha perso il 2,90%, azzerando i guadagni messi a segno da inizio anno. Anche l’euro continua a perdere quota e chiude la giornata a 1,3031 dollari: il livello più basso dell’anno. I timori contagiano anche Wall Street che, dopo l’apertura negativa, continua la discesa. Il prezzo del petrolio scende sotto 83 dollari.

GUARDA ANCHE:
Il partito comunista greco occupa il Partenone, le foto
Grecia: primo giorno di sciopero dei dipendente pubblici
Grecia, Draghi: senza correzioni altri Paesi a rischio
Grecia, Papandreou annuncia l'accordo sugli aiuti

Leggi tutto