Istat, disoccupazione al 7,8% nel 2009

1' di lettura

Diffuse dall'organismo di via Cesare Balbo le rilevazioni sulla forza lavoro. In Italia cresce il tasso dei senza lavoro ma meno rispetto alla media dell'Unione europea. In leggero calo anche il tasso di occupazione

L'Istituto nazionale di Statistica ha diffuso le rilevazioni sulla forza lavoro, dalle quali s'evince, in primo luogo, che nello scorso anno il tasso di disoccupazione in Italia è passato dal 6,7% del 2008 al 7,8%. In ogni caso il dato è inferiore rispetto alla media dell'8,9% dell'Unione europea. Secondo l'Istat le regioni italiane con il tasso di disoccupazione più elevato sono nell'ordine Sicilia, Sardegna e Campania, cui s'oppongono per il tasso minore Veneto, Valle d'Aosta e Trentino-Alto Adige.

Sono stati diffusi contemporaneamente anche i dati sull'occupazione, leggermente diminuita tra il 2008 e dil 2009. A livello regionale l'occupazione cresce sopratutto in Emilia-Romagna, nel Trentino-Alto Adige e in Valle d'Aosta a differenza di Campania, Calabria e Sicilia, che nell'ordine registrano la minor crescita.

Guarda anche:
Istat: a febbraio disoccupazione all'8,5%
Istat: l'inflazione a marzo sale dell'1,4%

Leggi tutto