Nube di cenere, l'Ue propone aiuti per le compagnie aeree

1' di lettura

Dopo l’emergenza che ha bloccato per una settimana i cieli d’Europa, il vicepresidente della Commissione europea Siim Kallas ha presentato un pacchetto di misure a sostegno dell’industria del trasporto aereo

TUTTE LE FOTO: dall'eruzione in Islanda al caos in aeroporti e stazioni
FENOMENI NATURALI: l'album fotografico
BLOCCO AEREI: QUALI SONO I DIRITTI DEI PASSEGGERI

Il vicepresidente della Commissione europea Siim Kallas, commissario ai Trasporti, ha presentato oggi un pacchetto di misure a sostegno dell'industria del trasporto aereo, provata dopo l'emergenza della nuvola di ceneri che ha bloccato per una settimana i cieli d'Europa. La stima preliminare dei danni provocati dalla crisi della scorsa settimana è compresa fra 1,5 e 2,5 miliardi.

"L'Unione europea - ha spiegato lo stesso Kallas in una conferenza stampa - è stata colpita da una crisi senza precedenti con la chiusura dello spazio aereo dovuta all'eruzione vulcanica: oltre 100 mila voli sono stati cancellati e oltre 10 milioni di passeggeri non hanno potuto viaggiare". La priorità immediata per la Commissione è stata quella di facilitare la riapertura dei cieli per riportare a casa i passeggeri bloccati. "Fin dall'inizio - ha detto Kallas - i passeggeri sono stati la nostra priorità e il mio messaggio alle compagnie aeree è stato molto chiaro: i loro diritti devono essere rispettati. Ora che la situazione è tornata alla normalità, il nostro obiettivo può spostarsi sulle misure per allentare la pressione sulle compagnie".

Leggi tutto