Istat: a febbraio stipendi fermi

1' di lettura

Il livello delle retribuzioni a +2,1% sull'anno. Nei primi due mesi dell'anno l'aumento rispetto allo stesso periodo del 2009 è stato del 2,2%. La proiezione per l'intero 2010 è solo di un aumento dell'1,6%

Gli stipendi non crescono. A febbraio l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie ha presentato una variazione nulla rispetto al mese precedente . Lo rileva l’Istat, sottolineando che l’aumento registrato nel periodo gennaio-febbraio 2010, rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, è comunque del 2,2%. Alla fine di febbraio i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore relativamente alla sola parte economica, riguardano il 54,8% degli occupati dipendenti rilevati per il periodo di riferimento degli indici. A essi corrisponde una quota del 52,5% del monte retributivo osservato. C'è stato comunque un incremento del 2,1% degli stipendi rispetto a febbraio 2009.

Guarda anche:
Benzina, i prezzi restano alti
Tariffe: diminuisce la bolletta della luce, gas più caro
Fmi a Italia: servono riforme strutturali per ridurre debito
L'Adoc: per Pasqua spesa più sostenibile rispetto al 2009

Leggi tutto