Benzina, i prezzi restano alti

benzina
1' di lettura

Secondo gli ultimi monitoraggi i listini dei carburanti restano fermi. Intanto il governo assicura che la riforma è a buon punto. Obiettivo: portare il prezzo italiano ai livelli Ue

"Ancora una giornata di calma piatta sulla rete carburanti". Dal consueto monitoraggio di  quotidianoenergia.it emerge infatti che "nessuna compagnia ha mosso i listini di benzina e diesel. Pertanto la forbice dei prezzi di riferimento della benzina resta tra l'1,407 euro/litro di Esso a  l'1,419 euro/litro di Shell. Sul diesel si va da 1,231 euro/litro di Esso a 1,249 euro/litro di Shell. Sostanzialmente stabili anche le quotazioni internazionali di benzina e diesel.

Intanto nella polemica tra consumatori e distributori interviene il governo che assicura che la riforma sui carburanti è a buon punto. Il sottosegretario allo Sviluppo Economico Stefano Saglia ha ricordato che il ministero "sta lavorando bene nel tentativo di conciliare le diverse esigenze e con l'obiettivo principale di diminuire lo stacco tra il costo medio europeo della benzina alla pompa e quello italiano che è più alto di circa lo 0,3%-0,5%, a seconda dei periodi".

Pasqua, per molti italiani cominciano le vacanze: segnali di ripresa per il turismo, nonostante il caro-benzina.

Leggi tutto