L’allarme della Uil: nel 2010 a rischio 200mila posti

1' di lettura

Angeletti al congresso del sindacato: "La crisi non è ancora finita. Grazie agli ammortizzatori sociali sono stati evitati 400mila licenziamenti. Cambiare subito il sistema pensionistico”

La crisi, che è stata "epocale", "non è ancora finita" e per il 2010 "sono a rischio 200mila posti di lavoro": è l'analisi del segretario generale della Uil, Luigi Angeletti. Nel 2009, tuttavia - ha aggiunto - "grazie agli ammortizzatori sociali sono stati evitati 400mila licenziamenti". Angeletti torna anche sulla riforma fiscale: "L'attuale sistema è pessimo, incoraggia l'evasione, bisogna cambiarlo subito dopo le elezioni non aspetteremo il 2013".

Guarda anche:
Istat, disoccupazione record. Mai così alta dal 2004
Fiat: da oggi 30 mila lavoratori in cassa integrazione
Isae: la ripresa è lenta, resta l’allarme lavoro
Tensione governo-Fiat. Berlusconi: salveremo l'occupazione
Sciopero Fiat in tutta Italia. Alta l'adesione
Gli operai Fiat di Termini: speriamo che ascoltino il Papa
Le immagini delle proteste degli operai dell'Alcoa

Leggi tutto