Scajola, Fiat: sì a cedere Termini Imerese a concorrenti

1' di lettura

Il destino dello stabilimento siciliano, gli incentivi, il nucleare, l'attualità politica. Il ministro a Sky Tg24 illustra i progetti del governo. In mattinata la bagarre in Aula

Il destino di Termini Imerese, gli incentivi, il nucleare. Sono questi gli argomenti che il ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola ha toccato nel corso dell'intervista a Sky Tg24.

"Abbiamo ottenuto da Fiat che lo stabilimento di Termini Imerese sia dato per un diverso sviluppo industriale, non ho chiesto che sia legato all'auto e Fiat ha dato la sua disponibilità”. Lo ha detto ai microfoni del canale all news il ministro dello Sviluppo Economico.
“A questo punto il Governo è impegnato, insieme alla Regione Sicilia, a mettere insieme le risorse necessarie per infrastrutturare questa area e ha già ricevuto 14 manifestazioni di interesse. Le stiamo valutando con molta calma e grande attenzione: non vogliamo che vengano prestigiatori ma investitori industriali. Faremo anche un invito internazionale sperando che arrivino anche dall'estero manifestazioni di interesse per investire. Valuteremo i progetti industriali in base alla solidità economica e allo sviluppo dell'occupazione nel territorio”.

Nel corso dell'intervista Scajola ha parlato anche dell'attualità politica.
Il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, "ha risolto problemi irrisolvibili. Ho piena fiducia nella magistratura affinché risvola velocemente il caso. Finché non sarà fatta chiarezza è giusto che Bertolaso rimanga al suo posto come un servitore dello Stato tale qual è".

E sull'allarme corruzione della Corte di Conti ha dichiarato: "Non credo si tratti di una nuova stagione di 'Mani Pulite', il tema è la responsabilità personale e chi sbaglia deve essere punito". "Allo stesso tempo - ha proseguito il ministro - servono procedure più semplici e veloci per non cadere nella tentazione di pagare per avere celerita'" nelle procedure amministrative.

Ma è parlato anche di nucleare. Scajola ha chiesto che "sui siti prevalga il buonsenso" e aggiunge che "la paura fomentata non corrisponde alla realtà".

Un intervento a tutto tondo quello del ministro dello Sviluppo Economico che parla al canale all news dei progetti del governo dopo l'informativa al Senato sulla vertenza Fiat che in mattinata ha scatenato la bagarre in Aula (GUARDA IL VIDEO).

Scajola a Sky Tg24, ascolta l'intervista


Guarda anche:

Fiat, Scajola: non rinnoveremo gli incentivi auto
Fiat, gli operai in piazza: LE FOTO
La nuova Fiat non piace ai lavoratori: LE FOTO
Fiorello scrive a Marchionne: salva Termini Imerese
Marchionne scrive a Scajola: pronti a collaborare su Termini Imerese
Fiat, Marchionne: nessun altro stabilimento a rischio
Scajola: su Termini abbiamo 8-10 offerte
Gli operati di Termini Imerese: speriamo che ascoltino il Papa

Leggi tutto