Fiat, Scajola: "Non rinnoveremo gli incentivi auto"

1' di lettura

Lo ha confermato il ministro dello Sviluppo economico durante l’informativa su Termini Imerese. E ha annunciato: “Per l’azienda siciliana ci sono 14 proposte”. Il senatore Pd Garraffa: “Bugiardo”. Ed è bagarre in Aula

Finora sono state presentate 14 proposte per indicare una prospettiva futura allo stabilimento Fiat di Termini Imerese. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola, intervenendo oggi al Senato, precisando che verrà presentata una 'short list' sulle iniziative più idonee. "Per ampliare ulteriormente la gamma delle possibili soluzioni, stiamo poi valutando la possibilità di rivolgere un invito internazionale a tutti i soggetti potenzialmente interessati al rilancio industriale dell'area, sottolineando che sono a disposizione 450 milioni di finanziamenti statali e regionali per migliorare le infrastrutture e sostenere la ristrutturazione del polo produttivo" ha continuato il ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola, nel corso delle comunicazioni del governo al Senato sullo stabilimento Fiat di Termini Imerese.

Scajola ha poi ribadito: "Il governo ha ritenuto che anche in Italia sia giunto il momento di tornare alla normalità del mercato dell'auto, non rinnovando gli incentivi e intensificando invece il sostegno alla ricerca e all'innovazione". Poi, ha sottolineato che condizione fondamentale è "il mantenimento dell'occupazione, e la salvaguardia della presenza industriale sul territorio". Il ministro ha ricordato che per questo è stata istituito una task force "con il compito di raccogliere, analizzare e valutare le diverse manifestazioni di interesse per nuove attività produttive" mentre proprio oggi sono a Termini Imerese i tecnici di Invitalia.

Durante l’informativa su Termini Imerese è scoppiata una bagarre in aula. Il presidente di turno ha sospeso la seduta dopo che dai banchi dell'opposizione il senatore Costantino Garraffa aveva interrotto il ministro sostenendo che stava dicendo delle bugie a proposito dei finanziamenti messi a disposizione dallo Stato e dalla Regione per lo sviluppo infrastrutturale dell'area industriale siciliana. "Lei è un maleducato e un bugiardo!", ha replicato Scajola. "Lei non può permettersi di dire che il ministro sta dicendo delle bugie, si vergogni".

IL VIDEO CON LA BAGARRE IN AULA



Guarda anche:

Fiat, gli operai in piazza: LE FOTO
La nuova Fiat non piace ai lavoratori: LE FOTO
Fiorello scrive a Marchionne: salva Termini Imerese
Marchionne scrive a Scajola: pronti a collaborare su Termini Imerese
Fiat, Marchionne: nessun altro stabilimento a rischio
Scajola: su Termini abbiamo 8-10 offerte
Gli operati di Termini Imerese: speriamo che ascoltino il Papa

Leggi tutto