Roma, nuovo Campidoglio soliti sprechi?

1' di lettura

Con una gara costata 4 milioni di euro l’amministrazione Veltroni aveva selezionato il progetto vincitore. Ora la giunta Alemanno azzera tutto. E si riparte da zero

Anche se non ultimate le opere pubbliche costano, e tanto. A Roma, accanto al terminal Ostiense, sorge la struttura del “Campidoglio Due”. La costruzione avrebbe reso la vita più semplice ai romani e più razionale la macchina burocratica, si diceva, ma soprattutto avrebbe fatto risparmiare i 36 milioni di euro di passivi che il comune di Roma paga ogni anno. La struttura serviva a unificare dal 2013 tutti gli uffici del comune di Roma sparsi per la città: adesso le sedi sono 114, ne sarebbero state eliminate 50. L’idea risale al 2004 ma a giugno 2009 la giunta Alemanno ha bloccato tutto. E’ stato così abbandonato il progetto vincitore del maxi-concorso lanciato da Walter Veltroni tre anni fa: un concorso costato alle casse pubbliche oltre 4 milioni di euro, per niente. Si ripartirà dunque da zero.

Leggi tutto