Goldman Sachs, sfida milionaria a Barack Obama

L'amministratore delegato di Goldman Sachs Lloyd Blankfein
1' di lettura

La banca americana starebbe per pagare un bonus da 100 milioni di dollari al suo amministratore delegato. Una sfida alle scelte del presidente degli Stati Uniti.

Goldman Sachs, la banca d'investimento più ricca del mondo, starebbe per pagare al suo amministratore delegato, Lloyd Blankfein, un bonus di 100 milioni di dollari. Lo rivela il Times che cita fonti raccolte tra i banchieri del World Economic Forum di Davos. Se fosse vera, la notizia è una sfida a Barack Obama, che considera i bonus d'oro una vera e propria vergogna, soprattutto dopo il maxi-salvataggio delle banche da parte della Casa Bianca.

Lloyd Blankfein ha già portato a casa il premio più grande mai pagato nella storia, nel 2007, quando intascò 67,9 milioni di dollari. I profitti della sua banca, lo scorso anno, sono stati di 1,8 miliardi di dollari in più rispetto al 2009; e questo giustificherebbe il bonus milionario, che sarà comunque pagato in azioni, anziche in contanti. Goldman non ha voluto fare commenti in proposito, ma entro la fine del mese la banca dovrà rivelare quanto paga i suoi 5 principali dipendenti all'ente statunitense preposto alla vigilanza della borsa valori, la Securities and Exchange Commission.

Leggi tutto