Obama: deficit usa potrebbe danneggiare la ripresa

1' di lettura

Barack Obama ha rinnovato l'impegno della Casa Bianca a dimezzare il deficit entro il 2013. Un obiettivo da raggiungere prima della scadenza del suo mandato. La promessa nel discorso alla radio del sabato

Il presidente Usa Barack Obama ha rinnovato oggi il suo impegno a fare della creazione di posti di lavoro una priorità per il 2010, ma ha aggiunto che è fondamentale ridurre il deficit di bilancio che minaccia la ripresa economica.Nel suo discorso settimanale alla radio e su Internet, Obama ha voluto ricordare agli americani le varie proposte avanzate nell'ultima settimana per stimolare l'occupazione e ridurre il deficit da 1.400 miliardi di dollari.
La Casa Bianca ha detto che Obama conferma la promessa fatta lo scorso anno di dimezzare il deficit entro la fine del suo mandato, nel 2013. Ma nel suo discorso di oggi, il presidente ha parlato solo di "contenere" il deficit.
Obama annuncerà lunedì la sua proposta di legge finanziaria per l'anno fiscale 2011, che inizia il 1 ottobre, e ha detto che includerà un piano triennale di tagli alla spesa in alcuni programmi nazionali.
"Lanceremo un impegno senza precedenti per sradicare gli sprechi, l'inefficienza, e la spesa non necessaria nel nostro governo, e ogni americano potrà vedere come e dove spendiamo i dollari dei contribuenti", ha detto Obama.
Uno studio del Pew Research Center pubblicato questa settimana ha rilevato che il 60% degli intervistati considera la riduzione del deficit come una priorità per il 2010, rispetto al 53% nel 2009.
Obama ha accolto con favore i nuovi dati presentati ieri, secondo i quali l'economia è cresciuta a un tasso annuale del 5,7% nel quarto trimestre del 2009.



Leggi tutto