Fmi rivede al rialzo le stime di crescita per l'Italia, +1%

1' di lettura

La crescita italiana 2010 è in linea con quella di Eurolandia che il Fondo monetario internazionale stima crescere quest'anno dell'1,0% e il prossimo dell'1,6%

Il Fondo Monetario Internazionale conferma nel World Economic Outlook le stime trapelate la scorsa settimana: il pil italiano è previsto in crescita dell'1% quest'anno e dell'1,3% l'anno prossimo.

A livello globale, è attesa una crescita del 3,9% nel 2010 e del 4,3% nel 2011, con una revisione al rialzo dello 0,75% delle stime pubblicate dal Fondo ad ottobre. La ripresa globale, osservano gli economisti di Washington, "è iniziata più forte rispetto alle attese" ma "si manifesta a velocità diverse nelle diverse regioni".

Seguendo "la più profonda caduta della storia recente", la crescita economica "è divenuta più solida e si è ampliata" nella seconda metà del 2009. In molte economie avanzate, la ripresa "e' prevista fiacca rispetto agli standard del passato".
In molti paesi emergenti, invece, "è prevista un'attività relativamente vigorosa", in buona parte sostenuta "da una domanda interna che galleggia". In questo contesto, avverte il Fondo Monetario Internazionale, le politiche pubbliche "devono promuovere un riequilibrio della domanda mondiale, rimanendo di supporto dove la ripresa non è ancora ben sostenuta". L'outlook presentato oggi presenta infatti rischi di revisione "significativi". Al ribasso, il rischio chiave è quello "di una prematura ed incoerente uscita" dalle politiche di stimolo che "può minare la crescita mondiale e il suo riequilibrio".

Leggi tutto