Epifani: sciopero generale sulle tasse il 12 marzo

1' di lettura

Lo ha annunciato il leader della Cgil in un'intervista a la Repubblica. "E' una protesta necessaria, i lavoratori sono strozzati dal fisco". Epifani si dice però pronto a revocare lo sciopero "se il governo dovesse venire incontro alle nostre richieste"

"E' una protesta necessaria, i lavoratori sono strozzati dal fisco". Così, in un'intervista a la Repubblica, il leader della Cgil Guglielmo Epifani annuncia che lo sciopero generale sulle tasse si terrà il 12 marzo: sarà una protesta di quattro ore con diverse manifestazioni in tutta Italia.
"E' da tempo - spiega il segretario generale della confederazione - che chiediamo una riduzione delle imposte sul lavoro dipendente e sui pensionati. Lo scorso anno dicemmo che sarebbe aumentato il prelievo sulle buste paga e tutti i dati l'hanno confermato".
E prosegue: "Non facendo nulla, come ha scelto il governo, le tasse sul lavoro dipendente e sui pensionati continuano a salire".

Epifani sottolinea che non si tratta di uno sciopero preventivo, ma di una "decisione strettamente sindacale" e si dice pronto a revocare lo sciopero "se il governo dovesse venire incontro alle richieste" della Cgil.
"Una ventina di giorni fa - aggiunge - abbiamo inviato una lettera al governo con le nostre proposte. Non abbiamo ricevuto alcuna risposta". Se non si fa nulla, insiste, "i lavoratori finiscono per pagare più tasse perché così agisce il drenaggio fiscale". Tra le proposte della Cgil l'idea di "operare uno spostamento dell'imposizione dal lavoro ad altre forme di reddito". Basta con l'attuale sistema, dice Epifani, dove "c'è chi paga sempre per tutti e chi non paga mai". E conclude: "Con la Cisl e la Uil avevamo definito una posizione comune. Poi sono sparite. E per la prima volta hanno promosso un'iniziativa congiunta sul fisco con il governo e senza la Cgil".

Guarda anche:
Fisco, Epifani: pronti allo sciopero generale
Fisco, Bersani: colossale marcia indietro del governo
Riforma del fisco, niente tagli delle tasse nel 2010

Leggi tutto