Turista per sempre: il gratta e vinci con vitalizio

1' di lettura

Dopo Win For Live arriva un nuovo gioco che promette un vitalizio: seimila euro al mese per vent'anni.

Si chiama "Turista per Sempre" il  nuovo biglietto gratta e vinci da 5 euro lanciato per il 2010 dal Consorzio Lotterie Nazionali che, per la prima volta nella storia  delle lotterie istantanee, permetterà di vincere un vitalizio: 6 mila euro al mese per venti anni, oltre a 200 mila euro subito e un bonus  finale non inferiore a 100 mila euro.

In totale un colpo da 1.740.000  euro. Le rendite ventennali in palio sono 35 su uno stock di biglietti di 100,8 milioni. In pratica, come riferisce Agipronews, ci sara' un  "turista" per ogni 2 milioni 880 mila biglietti. Il totale dei premi sarà complessivamente di 365 milioni 820  mila euro (con un pay-out del 73%). Oltre 40 milioni di biglietti  fortunati (un tagliando ogni 2,5 sarà comunque vincente) comprese  anche le vincite minori, a partire dai 24 premi da 50 mila euro, fino  ad oltre 30 milioni di biglietti con 5 euro di vincita. La vincita che cambia la vita si ottiene quando appare per due volte la scritta  "Turista per sempre" nella sezione "I tuoi numeri".

Il nuovo Gratta e Vinci darà - fa sapere l'Agicos - un'ulteriore spinta al segmento delle lotterie istantanee, che tra i giochi ha segnato i maggiori margini di crescita negli ultimi 5 anni. Nel 2005 gli italiani avevano "grattato" biglietti per 1,5 miliardi di euro, saliti a 3,9 miliardi nel 2006, a 7,9 miliardi nel 2007 per arrivare ai 9,3 miliardi del 2008 e del 2009. Con la novità introdotta oggi, quindi, è facile stimare una raccolta superiore ai 10 miliardi per il 2010. C'è anche da dire che in realtà il Gratta e Vinci in questione non è il primo gioco a mettere in palio una rendita in Italia.

Alcuni mesi fa, per esattezza il 29 settembre 2009, Sisal ha lanciato il Win For Life, un gioco numerico che mette in palio un mensile di 4mila euro per 20 anni. Il gioco, dopo una partenza al fulmicotone, si è pian piano assestato su livelli più ordinari, anche perché il gioco è in concorrenza diretta con il "fratello maggiore", il SuperEnalotto, e quindi soffre l'impennata del jackpot. Dai 216 milioni raccolti a ottobre - fa sapere l'Agicos -, si è infatti passati ai 114 di novembre, per assestarsi quindi ai circa 91 di dicembre.

Leggi tutto