Istat: deficit di 790 milioni nel commercio con l'estero

1' di lettura

Rispetto ad un anno fa diminuiti sia l'export che l'import; la differenza tra entrate e uscite è negativa per il nostro paese e segna un peggioramento rispetto a un anno fa

La bilancia commerciale complessiva dell'Italia, a novembre, ha registrato un deficit pari a 790 milioni di euro. Lo rende noto l'Istat aggiungendo che, a livello tendenziale, l'export è calato del 9,1% mentre l'import del 9,8%. In 11 mesi il saldo complessivo e' stato negativo per 3,863 miliardi.

Il saldo commerciale complessivo negativo è inferiore - evidenzia l'Istat - a quello, pari a 1.118 milioni di euro, dello stesso mese del 2008. Nel confronto con ottobre, i dati destagionalizzati relativi all'interscambio complessivo presentano a novembre 2009, un incremento sia per le esportazioni che per le importazioni, con tassi di crescita pari rispettivamente al 2,5% e all'1%. Negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, i dati destagionalizzati mostrano una flessione dello 0,1% per le esportazioni e una crescita dello 0,8% per importazioni.

Nello specifico, limitandosi all'area dell'Unione Europea il saldo della bilancia commerciale è stato negativo per 760 milioni. I flussi commerciali da e verso l'area dell'Unione Europea hanno registrato una diminuzione dell'8,1% per le esportazioni e del 2,7% per le importazioni.

Leggi tutto