Obama: "Recupererò i soldi dei contribuenti americani"

1' di lettura

Il numero uno della Casa Bianca ha annunciato una "tassa di responsabilità sulla crisi finanziaria", affinché le grandi banche possano ripianare le perdite dei contribuenti a seguito della recessione

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha proposto una "tassa di responsabilità sulla crisi finanziaria", cui assoggettare le grandi banche. Il fine è quello di recuperare gli oltre cento miliardi di dollari dei fondi, spesi per il salvataggio degli stessi istituti bancari: "Io voglio recuperare ogni centesimo che dobbiamo agli americani". Convincimento rafforzato dalla constatazione degli "enormi profitti e osceni bonus di compagnie, che devono la loro stessa sopravvivenza al  popolo americano che ancora non è uscito dalla crisi e continua a  fronteggiare le difficoltà della recessione".

Leggi tutto