Marchionne: su Termini Imerese non cambio idea

1' di lettura

L'amministratore delegato di Fiat è categorico: lo stabilimento sarà chiuso nel 2012. Un'azienda non ha le responsabilità di un governo

Su Termini Imerese la decisione "è irreversibile": lo stabilimento sarà chiuso nel 2012 . È categorico l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, che ha insistito sull'irrevocabilità dei piani di chiusura della fabbrica siciliana durante il suo intervento all'Automotive News World Congress. Lo stabilimento siciliano "non è in grado di competere", ha ribadito, sottolineando che Fiat " è un'azienda e ha le responsabilità di un'azienda. Non di un governo".

Guarda anche:
Marchionne: "Termini Imerese chiuderà nel 2012"
Chiude Termini Imerese, gli operai promettono battaglia
Fiat, Marchionne: "Piano ambizioso per l'Italia"
Yamaha, continuano le proteste degli operai
Grande parte del mercato dell'auto sarà la Cina

Leggi tutto