Belice, una ricostruzione lunga 42 anni

1' di lettura

La rubrica "Di Tasca Tua" ha parlato, questa volta, della riedificazione nell'area siciliana, che va avanti dal '68. I sindaci della zona sono tornati a manifestare davanti al Parlamento, chiedendo che si eroghino gli ultimi finanziamenti

Tra il 14 e il 15 gennaio del '68 interi paesi furono rasi al suolo dal terremoto del Belice. E oggi dopo 42 anni, 18 leggi, tante finanziarie e una commissione parlamentare, ancora si parla di dare soldi per la ricostruzione. Il coordinamento dei sindaci del Belice esorta, ogni anno, il governo a mantenere le promesse fatte, precisando che quelli che chiede sono fondi mai arrivati o, al massimo, pervenuti a singhiozzo. Quest’anno la finanziaria ha inserito il Belice in un pacchetto generale d’interventi complessivi di 300 milioni, ma non si sa quanti di questi andranno all'area siciliana. Per ultimare la ricostruzione infinita servono 250 milioni di euro relativamente all’edilizia privata e 133 relativamente alle opere pubbliche e di urbanizzazione primaria. Si starà a vedere.

Leggi tutto
Prossimo articolo