Gli italiani non amano più la Lotteria Italia

1' di lettura

A più di mezzo secolo dalla sua ideazione, l'estrazione dei biglietti vincenti mostra tutti i suoi acciacchi: sono stati acquistati solo 11.6 milioni di biglietti contro i 18 milioni e mezzo dell'anno scorso. Resta alta la vendita in autogrill

Per la prima volta nella sua cinquantennale storia la Lotteria Italia ha messo in palio ben due primi premi da cinque milioni di euro: quello di quest'anno e quello della scorsa edizione che uno sconosciuto superfortunato non ha mai ritirato.
Nonostante ciò, non si sono lasciati sedurre almeno quattro italiani su cinque. Sono stati venduti, infatti, appena 11,6 milioni di biglietti, con soli 58 milioni di euro di incassi. Un vero flop, se si pensa che l'anno scorso furono staccati 18 milioni e mezzo di tagliandi.

Il calo delle vendite dei biglietti (-37,3% rispetto allo scorso anno) si è fatto sentire soprattutto al Sud. Le otto province, infatti, ad aver venduto meno della metà dei biglietti dello scorso anno si trovano tutte nelle regioni meridionali. Secondo quanto riferisce l'agenzia specialzizata Agicos, la "maglia nera" è toccata a Caltanissetta con il -54,1% di biglietti venduti. Seguono Trani (-52,7%) e Matera (-52,4). La vendita è andata male anche a Sassari (-51,1%), Lecce (-50,6), Reggio Calabria (-50,3), Taranto (-50,1) ed Enna (-50,0%). La provincia, ad esclusione di quelle create più recentemente, dove la vendita dei biglietti della Lotteria Italia ha subito il calo inferiore è stata invece Terni. Nella provincia umbra infatti la vendita è scesa "solo" del 12,8%. Hanno tenuto anche Piacenza (-15,7%), Oristano (-19,3%), Brescia (-19,4), Trento (-20,1), Lodi (-20,8).
Tra le grandi città Roma è quella che ha perso meno. Nella capitale si è avuto infatti un calo del 29,9% contro il -35,8% di Milano, il -42,5% di Torino il -45,0% di Napoli. Le vendite, invece, sono andate molto bene nelle aree di servizio. Nel 2009 negli Autogrill sono stati infatti venduti oltre 3,3 milioni di biglietti della lotteria, pari al 28,5% del totale nazionale. Non è un caso che nelle aree di servizio sono stati acquistati il primo e il sesto premio, rispettivamente del valore di 5 milioni di euro e di 500 mila euro, due su sei biglietti dei premi di prima categoria.

Il biglietto del primo premio del valore di 5 milioni di euro è stato acquistato nell'Autogrill di Scaligera sull'autostrada A4 Milano-Venezia, in localià Soave, provincia di Verona. Il sesto premio da 500 mila euro è stato invece acquistato da un automobilista nell'Autogrill di Vallata sulla A16 Canosa-Napoli, in provincia di Avellino. Ma la Dea Bendata non si è fermata qui. Sempre negli Autogrill, altri tre biglietti vincenti da 100 mila euro sono stati acquistati nei punti vendita di Piave Ovest, sull'A27 Mestre-Venezia, in località Villorba (Treviso); in quello di di Mascherone Ovest, sulla A1 Roma-Napoli, località Capena (Roma); e anche nell'Autogrill di Fratta Nord, sulla A4 Mestre-Trieste a Teglio Veneto (Venezia).

Guarda il videoservizio di Sky Tg24:

Leggi tutto