Fiat, Marchionne: "Piano ambizioso per l'Italia"

1' di lettura

A palazzo Chigi incontro fra i vertici della Fiat, sindacati e governo per la presentazione del progetto del Lingotto. Annunciati per i prossimi due anni otto miliardi di investimenti. Nessuna speranza, invece, per Termini Imerese

Si è tenuto a Palazzo Chigi l'incontro fra i vertici della Fiat, sindacati e governo per la presentazione del piano industriale del Lingotto. L'amministratore delegato Sergio Marchionne ha annunciato per l'Italia un piano ambizioso, quantificando in otto miliardi gli investimenti nei prossimi due anni. Ha inoltre affermato che a partire dal 2012 gli stabilimenti Fiat produrranno fino a un milione di vetture. Marchionne ha anche confermato che a Termini Imerese "non si produrranno più auto a partire dal 2012". Per l'amministratore delegato sussistono, circa lo stabilimento siciliano, "condizioni di svantaggio competitivo, difficoltà strutturali e un delta del costo eccessivo. Lo stabilimento è in perdita. Oggi non possiamo più permettercelo". Continua, nel frattempo, davanti al parlamento il presidio dei lavoratori di Termini Imerese.

Guarda anche:
Marchionne: a Termini Imerese non si faranno più auto
Tutte le notizie sullo stabilimento Fiat di Termini Imerese

Leggi tutto