Incentivi auto, Scajola: sono un doping

1' di lettura

Il ministro dello Sviluppo Economico a margine dell'assemblea generale dei presidenti delle Camere di Commercio in Italia: "Falsano il mercato, quindi devono scendere". E precisa: "E' un problema europeo. L'Italia non può comportarsi diversamente"

Gli incentivi "sono un doping, falsano il mercato, quindi devono essere a scendere, per riportarci nella normalità del mercato". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola, a margine dell'assemblea generale dei presidenti delle Camere di Commercio in Italia, a Torino.
Rispondendo a una domanda sulla riproposizione degli incentivi, Scajola ha precisato: "E' un problema europeo: evidentemente l'Italia non si può comportare diversamente dagli altri. Stiamo valutando la questione insieme agli altri paesi europei e questa volta valutando anche, visti i buoni risultati degli incentivi 2009 per le auto immatricolate, l'opportunità di estenderli a taluni settori che potrebbero beneficiarne, sempre nella logica del risparmio e dell'efficienza energetica e del rispetto dell'ambiente. Aiutando il consumo - ha spiegato Scajola - aiutiamo a mantenere un'occupazione forte nei settori industriali in difficoltà".

Leggi tutto