Finanziaria, fondi per i comuni dopo il taglio dell'Ici

1' di lettura

E' stato depositato in commissione Bilancio della Camera il maxiemendamento della maggioranza alla manovra 2010. Erogato denaro agli enti locali e alle missioni di pace, mentre sono saltati i rimborsi per le ronde

Il maxiemendamento della maggioranza, depositato alla Camera, fa schizzare il saldo netto della legge di bilancio a 8,8 miliardi di euro. Ai comuni andrà 1 miliardo e 676 milioni a copertura dell'Ici abolito dal governo, ma il provvedimento prevede anche un taglio di 229 milioni di euro sia per i comuni che per le province con o senza riduzione delle poltrone per i consiglieri. Sono stati invece cancellati i rimborsi ai sindaci per le cosiddette ronde. Più fondi per le missioni di pace, la cui dotazione nel 2010 passerà da 500 a 750 milioni di euro. Maggiori risorse anche per il credito di imposta alle imprese che investono in ricerca e innovazione. Per il resto molte conferme: dai 400 milioni di euro per il 5 per mille ai 130 milioni di euro per le scuole paritarie. Brutte notizie, invece, per la stampa che gode dei finanziamenti per l'editoria. Si passa dal diritto soggettivo al tetto di spesa per l'accesso ai contributi.  

Leggi tutto