Crisi, Bertone: "Cambiare le regole"

1' di lettura

Per superare definitivamente l'impasse finanziaria, il segretario di Stato vaticano ha chiesto ai governi di intervenire. Intanto la Cei, dopo il Caso Boffo, ha scelto il nuovo direttore di Avvenire nella persona di Marco Tarquinio

L'argomento crisi economica non può essere estraneo alle sollecitudini ecclesiali, volte alla promozione dell'uomo nella sua interezza. Ne è tornato a parlare, in giornata, il card. Tarcisio Bertone, segretario di Stato, nel discorso inaugurale all'anno accademico dell'università Europa, gestita dai Legionari di Cristo. Stigmatizzando un capitalismo imperante all'insegna della "logica distruttiva dell'illimitato", il porporato ha rilevato la necessità di un intervento dei governi "dove maggiori si stanno dimostrando le distorsioni del mercato nell'emarginare aree geografiche periferiche, classi sociali più deboli ed economie meno competitive, nell'ambito di un rinnovato pensare dell'economia". Alla fine della lectio magistralis il card. Bertone ha risposto alle domande dei giornalisti, approfittando dei microfoni per augurare buon lavoro al nuovo direttore de L'Avvenire, Marco Tarquinio. Un auspicio ad ampio raggio soprattutto dopo la recente triste parentesi del caso Boffo. 

Leggi tutto
Prossimo articolo