SKY Digital key, un aiuto ai consumatori

1' di lettura

SKY Italia chiede all'Antitrust l'immediata archiviazione della denuncia Mediaset, definita pretestuosa. La chiavetta non comporta nessuna violazione degli impegni sottoscritti con l'Ue, ma è anzi un dispositivo che avvicina gli utenti al digitale

Sky ha annunciato stasera la presentazione all’Autorità Antitrust di una richiesta di immediata archiviazione della denuncia presentata da Mediaset in relazione alla Digital Key.
L’esposto presentato da Mediaset è infatti pretestuoso e manifestamente infondato sotto il profilo del diritto della concorrenza. Nello specifico, infatti, gli impegni sottoscritti dinanzi alla Commissione Europea vietano a Sky fino al 31 dicembre 2011 due sole attività su piattaforma digitale terrestre: quella di operatore di rete e quella di fornitore di servizi di TV a pagamento. Nessuna delle due attività è riferibile al lancio della Digital Key che dunque non viola in alcun modo gli impegni sottoscritti da News Corporation.
In secondo luogo i dirigenti di Mediaset e della RAI hanno dichiarato ormai centinaia di volte di "essere in concorrenza con SKY" affermando dunque che esiste un unico mercato della televisione, nel quale competono RAI, Sky e la stessa Mediaset. Questa affermazione contraddice in maniera evidente qualsiasi definizione di Sky come "dominante" o addirittura "monopolista" che, in una realtà dove vi sono operatori di queste dimensioni, è una contraddizione evidente. La fruibilità semplice ed efficace per milioni di italiani di ulteriori canali gratuiti tramite la digital key di Sky determina evidentemente un aumento e non già una riduzione della concorrenza. Il lancio della Digital Key rappresenta una risposta di mercato in un contesto competitivo che offre ai telespettatori un’ulteriore possibilità di fruizione dei canali in chiaro del DTT, con caratteristiche innovative ed economicamente convenienti. Una risposta difensiva inoltre alle pratiche messe in atto da RAI e Mediaset che, nello stesso periodo, hanno cominciato ad oscurare su Sky - e su ogni decoder satellitare diverso da quello commercializzato da TivùSat - parte della loro programmazione in chiaro, con oscuramenti più volte non giustificabili sulla base della disponibilità dei diritti.
In conclusione, la condotta di Sky non crea al consumatore alcun disincentivo, né economico né pratico, rispetto alla scelta di aderire all’offerta a pagamento di Mediaset. Ed al contrario, la Digital Key avvicina i consumatori alla fruizione del digitale terrestre e facilita la penetrazione dell’offerta in chiaro anche di RAI e Mediaset, aumentandone potenzialmente la redditività.

Leggi anche:
Mockridge: la digital key aiuta la digitalizzazione
Arriva la rivoluzione HD di SKY


Leggi tutto