Unioncamere, salario medio di un dipendente è di 2000 euro

1' di lettura

E' di poco superiore ai 25mila euro lordi annui lo stipendio medio del lavoratore dipendente di un'impresa privata in Italia. Dallo studio emerge grande differenza tra professioni e forte disallineamento tra salari maschili e femminili

Anzianità. Titolo di studio e sesso, ma ciò che fa la vera differenza è la qualifica. Questi i parametri per la retribuzione di un lavoratore dipendente del settore privato. Ci sono differenze tra i lavoratori, differenze che si riflettono negli stipendi. 25.510 euro all'anno, è la retribuzione media di un lavoratore dipendente di un azienda privata, nel 2008 poco meno di 2000 euro lordi al mese, con un incremento del 1,7% sul 2007. Ma un terzo circa se ne va in tasse. Lo dice il rapporto Unioncamere Domanda di lavoro e retribuzioni nelle imprese italiane. Tra i dipendenti c'è un ampio divario tra i non qualificati che percepiscono 21.800 euro e i dirigenti con qualifica che arrivano a percepire 93.450 lordi all'anno. Tra salari maschili e quelli femminili c'è un divario di 3000 euro lordi a favore degli uomini.

Leggi tutto