Il venerdì nero di Wall Street riporta i conti in rosso

1' di lettura

Chiusura di settimana in profondo ribasso per le borse americane ed europee. Nel vecchio continente, sulla scia del pesante dato sulla disoccupazione, i mercati hanno mandato in fumo 91 miliardi di euro

E' durato lo spazio di un mattino l'entusiasmo dei mercati per la ripresa del Pil americano, che aveva fatto crescere le Borse di tutto il mondo. Il clima è completamente cambiato. I listini europei hanno navigato a vista per tutta la prima parte della seduta, mantenendosi però intorno alla parità. Poi, all'avvio di Wall Street, è iniziata la caduta. Dai nuovi dati congiunturali diffusi negli Usa, infatti, sono giunti segnali contrastanti. In particolare la contrazione dei consumi a settembre ha letteralmente oscurato quel po' di ottimismo che si era creato soltanto poche ore prima.

Leggi tutto
Prossimo articolo