Crisi, italiani preoccupati ma crescono gli ottimisti

1' di lettura

Cauto ottimismo sulla capacità di metter da parte qualcosa in futuro. Restano forti divari tra un nord-est del Paese in ripresa e un sud sempre più povero. Lo rivela un sondaggio realizzato in vista della giornata mondiale del risparmio

Gli italiani sono fortemente preoccupati per la gravità e soprattutto per la durata della crisi ma il 54% della popolazione è soddisfatta della propria situazione economica e cresce la percentuale di chi guarda al futuro con un nuovo "non euforico" ottimismo. E' la fotografia di Ipsos su gli italiani e il risparmio nella consueta indagine commissionata dall'Acri in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio che si aprirà domani per l'85a edizione. "L'italiano guarda al futuro con un ottimismo nuovo, che non è euforico' ", e del resto non potrebbe esserlo vista la situazione attuale.

Leggi tutto
Prossimo articolo