Via alla Finanziaria "leggera". L'Opposizione: non basta

1' di lettura

Dal Cdm arriva l'ok alla manovra economica 2010 da 3,4 mld. Bonus per ristrutturazioni fino al 2012. Tremonti: "Fondi Cig non utilizzati restano nel comparto lavoro". Soddisfatto Berlusconi, ma Pd e Udc rinnovano le critiche: "Non risolve i problemi"

Una manovra snella con l'obiettivo di mantenere il rigore dei conti pubblici, in un contesto economico che appare ancora difficile nonostante qualche miglioramento. Questa la nuova finanziaria: le stime del Pil di quest'anno si attestano a -5% e il rapporto tra deficit e Pil al 5% nel 2010 e al 2,2 % nel 2013. Sulle risorse da stanziare, per il momento, solo indiscrezioni. Innanzitutto, i fondi per il rinnovo dei contratti pubblici: un totale di 3,4 miliardi di euro per il triennio 2010-2012. Soddisfatto Silvio Berlusconi mentre l'opposizione critica la manovra del governo: "Troppo leggera, non risolve i problemi". "L'esecutivo spera che passi la nottata, accusa Pier Ferdinando Casini, questa Finanziaria è un'occasione persa per fare le riforme".

Leggi tutto