Ritorno all'età dell'oro

1' di lettura

Per la prima volta da oltre sei mesi il metallo prezioso supera la soglia dei 1.000 dollari l'oncia. I segnali di una ripresa dell'economia mondiale non convincono gli investitori che puntano sui "beni rifugio"

Per la prima volta da oltre sei mesi a questa parte il prezzo dell'oro supera la soglia psicologica dei 1.000 dollari l'oncia, con l'indebolimento del dollaro sul mercato dei cambi che alimenta aspettative di una ulteriore accelerazione dei prezzi del metallo prezioso. Come tutte le materie prime, l'oro si scambia nella divisa americana e ogni fluttuazione del dollaro innesca reazioni delle quotazioni. L'oro è anche un bene tradizionalmente utilizzato come "investimento rifugio" nelle fasi di elevata volatilità dei mercati finanziari, e per mettersi al riparo da accelerazioni dell'inflazione.

Leggi tutto