Opel, dietro front di General Motors su cessione a Magna

1' di lettura

La casa automobilistica americana non vuole che la sua tecnologia finisca in mano russa. La decisione potrebbe creare problemi alla Merkel in vista delle elezioni politiche in Germania

General Motors fa marcia indietro sulla cessione di Opel. Secondo le indiscrezioni riportate dal quotidiano tedesco Suddoic Zaitung i vertici del gruppo di Detroit, diranno "no" alla proposta di Magna. La casa automobilistica non vuole mettere in mano russa il suo patrimonio tecnologico. Per General Motors, si tratta di una decisione importante dettata dal rilancio che il colosso sta vivendo grazie agli interventi dell'amministrazione Obama. Se se l'indiscrezione fosse vera potrebbe creare qualche imbarazzo nel governo tedesco in fermento per le consultazioni politiche del 27 settembre.

Leggi tutto