Crisi economia, Trichet tiene la guardia alta

1' di lettura

Il presidente della Bce non intende lanciarsi in dichiarazioni ottimistiche, nonostante l'Ocse abbia rivisto al rialzo le stime di crescita. "Non bisogna essere ottimisti perché non bastano i timidi segnali di ripresa"

I miglioramenti recenti che porteranno l'Ocse ha rivedere al rialzo nei prossimi giorni le stime di crescita per il capo della Bce, Jean Claude Trichet non sono sufficienti a dire che siamo al giro di boa. "Sono a disagio", ha detto Trichet, "quando a causa di segnali positivi qua e là diciamo che dopo tutto siamo vicini al ritorno alla normalità". I timidi segnali di ripresa insomma non bastano perché c'è ancora una mole di lavoro enorme da fare. I germogli verdi della primavera economica ci sono, riconosce Trichet che però sposa il vecchio aforisma "una rondine non fa primavera".

Leggi tutto
Prossimo articolo