Crisi, Obama: "Il peggio è ormai quasi alle spalle"

1' di lettura

Il presidente ottimista dopo le buone notizie arrivate dal mercato del lavoro americano, con il calo del tasso di disoccupazione. "Dobbiamo però ricostruire un'economia più forte e la chiave delle nuove fondamenta sarà la riforma sanitaria"

"Ci stiamo lasciando alle spalle il peggio". Barack Obama vede ormai la fine della crisi vicina. A dare ottimismo le buone notizie arrivate dal mercato del lavoro americano, con il calo del tasso di disoccupazione. "A luglio - ha detto Obama - abbiamo perso 247mila posti di lavoro, 200mila in meno di quanti ne avevamo persi a giugno. Un segnale che stiamo cominciando ad arginare la recessione, ma ora dobbiamo ricostruire l'economia più forte di prima e la chiave della nuove fondamenta sarà la riforma sanitaria, che porteremo a termine entro la fine dell'anno"

Leggi tutto