Corte dei Conti: corruzione in PA costa 60 mld l'anno

1' di lettura

Allarme sugli illeciti nella pubblica amministrazione dall'organismo di controllo: "E' una tassa immorale che frena lo sviluppo del Paese"

La Corte dei Conti lancia l'allarme corruzione nelle pubbliche amministrazioni. Lo fa il Procuratore generale Furio Pasqualucci nella sua requisitoria sul Rendiconto generale dello Stato per il 2008, che mette anche in evidenza il debito e la situazione dei conti pubblici. "La corruzione nella pubblica amministrazione è una tassa immorale che pesa sulle casse dello Stato per 60 miliardi all'anno", dice. "La corruzione frena lo sviluppo del Paese", gli fa eco Tullio Lazzaro, presidente della Corte.

Leggi tutto
Prossimo articolo