Ocse, Pil italiano giù del 5,5%

1' di lettura

Secondo l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico l'Italia sta attraversando un periodo di recessione molto forte che continuerà fino alla fine del 2009, poi, nel 2010, ci sarà una lenta ripresa

Per la prima volta, l'Ocse, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, rivede in meglio le sue previsioni sull'economia. Nell'ultima edizione del suo outlook economico, l'ente parigino stima una contrazione del Pil mondiale pari al 2,2 per quest'anno, a cui seguirà una ripresa del 2,3 per cento nel 2010. Per l'Italia, l'Ocse prevede un Pil negativo di 5,5% e una ripresa modesta il prossimo anno quando sarà del 0,4%. Il deficit dovrebbe salire al 5,3 nell'anno, mentre è allarme disoccupazione: nel 2010 i senza lavoro saranno più del 10%.

Leggi tutto
Prossimo articolo