Marchionne: "La partita con Opel non è chiusa"

1' di lettura

In attesa del via libera definitivo per l'acquisto dell'americana Chrysler l'ad del Lingotto guarda alla Germania dove la partita per la casa di Rüsselsheim non è ancora chiusa

Nessuna ansia alla Fiat circa una possibile telefonata dal governo tedesco sulla partita con Opel. "Se dal governo tedesco arriva la telefonata, bene", ha affermato l'amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne. In attesa del via libera definitivo per l'acquisto dell'americana Chrysler guarda alla Germania dove la partita per la Opel resta ancora aperta. Infatti l'acquisizione della Opel da parte del gruppo austro-canadese Magna (in realtà cavallo di Troia per l'ingresso dell'auto russa nel mercato tedesco), non sembra più così scontata.

Leggi tutto