Opel, accordo con Magna. Marchionne: la vita va avanti

1' di lettura

Il governo tedesco ha scelto il piano degli austro-canadesi per rilevare il controllo di Opel. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze tedesco al termine di un vertice in cancelleria federale a Berlino. Per Fiat una sconfitta annunciata

I giochi sembrano ormai chiusi e la partita, per Fiat, è praticamente persa. Opel finirà nelle mani di Magna. Questo è quanto prevede l'accordo raggiunto tra il governo di Berlino e la cordata capeggiata dal costruttore austro-canadese. Sebbene l'ultima parola spetti a General Motors, l'attuale proprietario della casa automobilistica tedesca difficilmente potrà cambiare il destino di Opel. L'accordo finale per la cessione è atteso nel giro di quattro o cinque settimane. Per Fiat non resta che digerire la sconfitta e guardare altrove.

Leggi tutto
Prossimo articolo