Fiat-Opel slitta a giugno. Marchionne dalla Merkel

1' di lettura

Si allungano i tempi per conoscere il futuro dell'azienda automobilistica tedesca. Berlino considera infatti inadeguate tutte le offerte finora pervenute, soprattutto in quanto contemplerebbero parecchi tagli

Si allungano i tempi per conoscere il futuro dell'azienda automobilistica tedesca Opel. Berlino considera infatti inadeguate tutte le offerte finora pervenute, soprattutto in quanto contemplerebbero parecchi tagli. Domani intanto l'ad di Fiat Marchionne incontrerà in Germania, insieme al vice presidente Elkann, il cancelliere Merkel e poi il ministro dell'Economia teutonico Zu Guttenberg.

Leggi tutto
Prossimo articolo