Fiat-Opel, le tre condizioni del sindacato tedesco

1' di lettura

Nelle prossime ore scade il termine imposto dal governo di Angela Merkel per la presentazione delle offerte. Il Lingotto deve garantire capitali, il mantenimento degli stabilimenti in Germania e il sostegno di piani di sviluppo tecnologico

Alla vigilia del termine imposto dal governo tedesco per la presentazione delle offerte per Opel, l'amministratore delegato della Fiat ha incontrato di nuovo, in Germania, politici e sindacati. Questi ultimi hanno posto al Lingotto tre condizioni per dare l'ok all'offerta per Opel: garantire capitali e liquidità, mantenere aperti gli stabilimenti tedeschi e garantire il sostegno ai piani di sviluppo tecnologico. A poche ore dalla scadenza dei termini, sarebbero tre i concorrenti in gioco: Fiat, il gruppo austro canadese Magna e un fondo americano di private equity.

Leggi tutto