Tremonti: i conti italiani migliori degli altri grandi

1' di lettura

Dall'Ecofin il ministro dell'Economia ha rivendicato la situazione economica dell'Italia e poi ha annunciato nuove misure per la lotta ai paradisi fiscali

Se il presidente dell'Eurogruppo Jean Claude Juncker parla di crisi sociale nel Vecchio Continente a fronte di un tasso di disoccupazione intorno al 10% nel 2009, il ministro dell'Economia abbassa i toni:" I nostri numeri, dice, non sono catastrofici". Poi, Tremonti rivendica la tenuta dei conti pubblici: "Con strumenti minori, abbiamo ottenuto gli stessi risultati di altri paesi membri dell'Ue" afferma. Resta il dato sul debito: "Quello italiano è il più alto d'Europa, ma cresce comunque più lentamente che nelle altre capitali. Tanto che nessuno ha chiesto di metterci mano".

Leggi tutto