Marchionne rassicura Opel e vola negli Usa per GM

1' di lettura

L'amministratore delegato del Lingotto alla Bild: "Non chiuderemo nessun impianto, ma il personale sarà ridotto". Poi va negli Stati Uniti per incontrare i rappresentanti del Tesoro e di Chrysler

"Non chiuderemo nessuno stabilimento Opel in Germania", lo dice l'amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne in un'intervista al quotidiano tedesco Bild all'indomani del suo viaggio a Berlino per incontrare ministri e rappresentanti sindacali. Il governo tedesco, intanto, pone le sua condizioni per dare l'ok all'operazione Fiat-Opel. Intanto Marchionne è volato di nuovo negli Stati Uniti dove incontrerà i rappresentanti di Chrysler, Gm e del Tesoro dopo il via libera alla bancarotta pilotata di Chrysler e al prestito da 4,5 miliardi di dollari della Casa Bianca.

Leggi tutto