Fiat-Opel, Marchionne: "Impianti aperti ma ci saranno tagli"

1' di lettura

L'amministratore delegato ha assicurato che in tre anni saranno restituiti i prestiti statali. "Le fabbriche servono per fare un numero sufficiente di automobili, ma dovremo ridurre il personale"

La Fiat ripagherebbe possibili garanzie pubbliche entro tre anni nel caso di un'acquisizione della Opel. Lo ha detto l'amministratore delegato della casa torinese, Sergio Marchionne, nel corso di un'intervista al tabloid tedesco Bild. Marchionne ha inoltre confermato che la Fiat manterrebbe tutti e quattro gli impianti produttivi della Opel in Germania, come aveva riferito ieri il ministro dell'Economia tedesco Karl-Theodor zu Guttenberg dopo il suo incontro a Berlino con il manager.

Leggi tutto
Prossimo articolo