Fiat, Marchionne: dopo Chrysler ora l'obiettivo è Opel

1' di lettura

Dopo l'alleanza con l'americana di Detroit, adesso è il momento di concentrarsi sulla casa tedesca "partner ideale" del Lingotto. Lo ha dichiarato il numero uno della Fiat

L'intesa Fiat-Chrysler apre all'azienda automobilistica italiana un'altra opportunità: un accordo per il controllo di una quota nella tedesca Opel. A spiegarlo è lo stesso Sergio Marchionne, che definisce Opel un "partner ideale" per lo sviluppo del Lingotto. Il manager ha anche rassicurato i lavoratori: "Non c'è alcun pericolo disoccupazione per gli stabilimenti italiani".

Tutte le notizie di SKY TG24 sull'accordo Fiat-Chrysler

Leggi tutto
Prossimo articolo