Fiat-Chrysler, accordo vicino: c'è il sì dei creditori

1' di lettura

Le banche avrebbero accettato un maxi-taglio delle pretese da 6,9 a 2 miliardi di dollari. Già raggiunta l'intesa con i sindacati, il via libera all'alleanza tra il Lingotto e la casa di Detroit dovrebbe arrivare domani

Tutto sembra pronto per il via libero definitivo all'accordo tra Fiat e Chrysler. L'ultimo tassello per l'alleanza tra le due case è l'intesa tra i creditori del colosso di Detroit e il Tesoro americano, con le banche che avrebbero accettato un maxi-taglio delle pretese da 6,9 a 2 miliardi di dollari. Un passo secondo molto fondamentale, che dovrebbe consentire alla Chrysler di evitare la bancarotta. Già raggiunta l'intesa con i sindacati, l'alleanza dovrebbe concretizzarsi ufficialmente domani e alla Fiat dovrebbe andare il 35% della società.

LEGGI ANCHE:

Miracolo Fiat: dalla crisi al salvataggio di Chrysler

Leggi tutto