Fiat-Chrysler, accordo fatto con sindacati Usa

1' di lettura

I sindacati americani hanno raggiunto un accordo che allontana la casa automobilistica di Detroit dal fallimento e rende più probabile l'ingresso del Lingotto

Un passo indietro dal fallimento e uno in avanti verso l'ingresso di Fiat. Si può leggere in questa chiave l'accordo raggiunto da Chrysler, il più piccolo dei giganti americani delle quattroruote, con il sindacato della United Auto Workers. I rappresentanti dei lavoratori hanno rinunciato ad alcune prerogative dando la possibilità al costruttore di Detroit di presentarsi al 30 aprile con bilanci meno disastrati. Giovedì è infatti il termine fissato dalla Casa Bianca per la concessione di nuovi aiuti di Stato alla casa automobilistica, che di dollari pubblici ne ha già incassati 4,5 miliardi.

LEGGI ANCHE:

Miracolo Fiat: dalla crisi al salvataggio di Chrysler

Leggi tutto
Prossimo articolo