Terremoto auto, saltano i vertici di GM e Peugeot

1' di lettura

L'amministratore delegato del colosso americano, Rick Wagoner, si è dimeso su pressione della Casa Bianca. Christian Streiff, alla guida del gruppo francese dal 2007, è stato 'licenziato'

Doppio terremoto nel mondo dell'automobile, con i capi-azienda di General Motors e Peugeot che lasciano le rispettive società. Negli Usa l'ad di General Motors, Rick Wagoner, si è dimesso con effetto immediato, lasciando il posto a Fritz Henderson, attuale presidente del gruppo. A volerne la testa sembra sia stato Obama in persona,

in cambio di nuovi aiuti. Il presidente vede di buon occhio un’alleanza fra Chrysler e Fiat, ma ha intenzione di concedere un mese alla casa di Detroit per presentare un nuovo progetto di riduzione dei costi. Svolta anche per Peugeot-Citroen, il maggior gruppo automobilistico francese: il consiglio di sorveglianza ha deciso l'uscita dell'ad Christian Streiff, spiegando che c'è bisogno di un cambio di leadership per "sbloccare il potenziale del gruppo". Al comando arriverà Philippe Varin.

Leggi tutto
Prossimo articolo